Intoccabile Malagò. Confermato presidente del Coni con un voto bulgaro

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un’elezione soltanto formale. Non c’è mai stata la partita e non c’è stato mai alcun dubbio sulla conferma di Giovanni Malagò alla guida del Coni anche per il quadriennio 2017-2020. Ha ottenuto 67 voti, contro i soli 2 voti per lo sfidante Sergio Grifoni, 79enne ex presidente della Federazione orientamento. Le schede bianche sono state 5 e una quella nulla. “Grazie a tutti, lavoriamo per stare insieme”, il commento a caldo del rieletto Malagò. Nel Consiglio nazionale elettivo riunito nel Salone d’Onore al Foro Italico, Malagò ha preso l’89,3% dei consensi, Grifoni il 2,6%. Le congratulazioni per la rielezione sono arrivati anche dal ministro dello Sport, Luca Lotti, con un tweet: “Congratulazioni a Giovanni Malagò per la sua riconferma alla presidenza Coni. Continueremo a lavorare insieme per il bene dello sport italiano”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Le destre a pezzi nei Comuni

In autostrada nei giorni da bollino rosso c’è meno traffico rispetto al via vai dei sondaggi sulle prossime amministrative. Nel mazzo c’è anche roba di dubbia provenienza, a uso e consumo dei candidati che commissionano (e pagano) le indagini. D’altra parte, un po’ d’ottimismo fa

Continua »
TV E MEDIA