Dal palco di Sanremo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

‘’Siamo qui per dare voce all’ingiustizia che Salvatore e Massimiliano stanno subendo. Un’ingiustizia che due militari italiani in missione hanno subito da un governo con un inganno iniziato il 15 febbraio 2012’’. Emozionate ma decise, nella sala stampa dell’Ariston parlano le donne dei due marò, Vania Ardito e Paola Moschetti, rispettivamente moglie di Salvatore Girone e compagna di Massimiliano Latorre, a Sanremo su invito del comune che ai marò ha dedicato la fontana dello Zampillo, simbolo della città, colorata di giallo con fiori e luci. Le signore non saranno in sala stasera, forse saranno lasciate libere le poltrone loro riservate. Un gesto simbolico per ricordare la loro battaglia: ‘’Non abbiamo mai perso la fiducia nelle istituzioni – sottolineano – siamo qui per denunciare un abuso contro due persone innocenti’’.

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA