David Rossi si tolse la vita. A dirlo è la maxi perizia del Ris

Secondo la maxi perizia consegnata dal Ris alla Commissione parlamentare d'inchiesta, David Rossi "si lasciò cadere nel vuoto".

“Tra le varie ipotesi di caduta la dinamica più compatibile è quella di un gesto auto conservativo in cui” David Rossi “cosciente si tiene aggrappato con le mani alla barra di protezione e si lascia cadere nel vuoto con la parte anteriore verso il palazzo con il moto a ‘candela’”. È quanto ha detto il comandante del Ris dei Carabinieri, Sergio Schiavone, illustrando i risultati (qui video della conferenza stampa) della maxi perizia disposta dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sulla morte dell’ex capo comunicazione di banca Mps, David Rossi.

David Rossi si tolse la vita. A dirlo è la maxi perizia del Ris

Secondo la maxi perizia consegnata dal Ris alla Commissione parlamentare d’inchiesta, David Rossi si lasciò cadere nel vuoto

“Altre ipotesi con la presenza di terzi che lasciano cadere il dottor Rossi riproducono ipotesi di caduta non compatibili con le dinamiche di caduta” ha concluso Schiavone. Dunque, secondo le conclusioni della perizia del Ris, David Rossi il 6 aprile 2013 si tolse la vita gettandosi dalla finestra del suo ufficio nella sede centrale del Monte dei Paschi di Siena.

“Verosimilmente quel bagliore luminoso è una goccia di pioggia e non l’orologio del dottor Rossi” ha detto ancora il colonnello Schiavone riferendosi all’ipotesi che l’orologio del giornalista e allora capo della comunicazione di Mps fosse fosse caduto dalla finestra 20 minuti dopo la sua morte.

“Per noi quella email non ha nulla di strano, è stata scritta e spedita prima del suicidio” ha detto, invece, il comandante del Reparto Tecnologie Informatiche del Racis, Massimo Giannetti, riferendosi all’e-mail con oggetto ‘help’ in cui Rossi parla suicidio e che, secondo diverse inchieste giornalistiche, sarebbe stata creata e inviata successivamente alla sua morte.

“Un risultato assai imponente, 930 pagine e allegati per un terabyte” ha detto il presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sulla morte di David Rossi, Pierantonio Zanettin, nel corso della conferenza stampa in cui sono stati esposti i risultati della maxi perizia affidata dalla stessa Commissione al Ris. “Voglio ringraziare tutti i corpi speciali dei carabinieri, Ris, Ros e Racis per il lavoro imponente svolto e la collaborazione”, ha continuato.

Leggi anche: David Rossi, nuovi dubbi sulle ultime ore. Al suicidio non crede neppure l’ex direttore finanziario di Mps

Pubblicato il - Aggiornato il alle 14:07
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram