L'Editoriale

Si rivede l’etica in politica

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Luigi Di Maio, da ieri rafforzato dal plebiscito sulla piattaforma Rousseau, aveva commentato il tracollo alle europee dicendo che il Movimento 5 Stelle non perde mai, perché o vince o impara. Nei prossimi giorni vedremo dunque l’effetto della lezione impartita dalle urne, ma intanto registriamo che anche Salvini ha imparato, e accettando le dimissioni del suo viceministro Rixi condannato per peculato ha smentito quello che lui stesso diceva in campagna elettorale, quando assicurava che condanna o no il suo uomo sarebbe rimasto al suo posto.

La mossa di ieri ci evita invece un nuovo calvario come quello già visto col sottosegretario Siri. Perciò siamo di fronte a un ottimo segnale prima di tutto per il Governo, che adesso può imboccare una fase nuova. C’è però un altro aspetto che rende questa vicenda ancora più importante, ed è quell’avanzamento anche in politica di una cultura della legalità che si è perduta dietro l’alibi della presunzione d’innocenza. Tutti i cittadini, sia chiaro, e tra questi anche chi svolge funzioni pubbliche, non sono colpevoli di nulla fino a una sentenza definitiva, ma una politica che vuole definirsi etica non può ignorare le condanne nel processo e per alcuni tipi di reato anche il solo avviso di garanzia.

In passato abbiamo visto pluri-imputati restare attaccati alle loro poltrone, e questo ha contribuito a diffondere la convinzione che in politica tutto è permesso. Per questo motivo, se il fenomeno 5 Stelle fosse servito solo a far cambiare tale atteggiamento, avrebbero già avuto una straordinaria ragione di vita.

Gli ultimi editoriali

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA