Elezioni ad alto rischio. La Casa Bianca teme un attacco hacker. Allarme della Nbc in vista dell’election day

dalla Redazione
Mondo

Sale la tensione per le elezioni americane. E non solo per quello che diventerà il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America, tra Donald Trump e Hillary Clinton, ma anche per quello che sarà il giorno più lungo: martedì 8 novembre. Giorno in cui il governo a stelle e strisce teme possa esserci un massiccio attacco hacker da parte della Russia o di altri Paesi con l’intento di creare scompiglio in quelle che si presentano tra le elezioni più complicate di sempre. Anche perché mai come oggi gli americani sono stati così divisi e confusi nella scelta di uno a l’altro dei candidati. Affinché tutto vada bene la Casa Bianca sta portando avanti tutti gli sforzi possibili. In prima linea sta operando il Dipartimento per la sicurezza nazionale, col supporto del Pentagono e delle principali agenzie di intelligence, dalla Cia alla Nsa. A darne notizia è la Nbc che ha citato altissimi funzionari dell’amministrazione Obama. La Nbc racconta che “A Washington ci si prepara al peggio, compreso il cosiddetto ‘worst case scenario’: quello di un massiccio cyber-attacco che mandi totalmente o parzialmente in tilt la rete elettrica o internet del Paese. Attenzione altissima anche sui social network dove potrebbero essere intraprese azioni per manipolare e disinformare la popolazione americana. Il timore è che possano essere diffusi documenti falsi e non verificati pur di alterare il voto nelle ultimissime ore di campagna elettorale. Una guerra, insomma, per catturare gli indecisi che, a quanto pare, non sono affatto pochi.