Un tulipano mai sbocciato. De Boer esonerato dall’Inter: il nuovo allenatore sarà Pioli, preferito a Villas Boas e Blanc

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La decisione è presa: Frank De Boer sarà esonerato dall’Inter dopo tante ore di incertezza. Quello diretto oggi è stato il suo ultimo allenamento come tecnico dei nerazzurri. Al suo posto, salvo clamorosi colpi di scena, arriverà l’ex allenatore della Lazio, Stefano Pioli, preferito sia al portoghese Villas Boas, il presunto erede di Mourinho reduce da esperienze tutt’altro che esaltanti, che a Laurent Blanc, non disponibile a fare il traghettatore, così come il navigato nocchiere olandese Guus Hiddink. Pioli, invece, vuole giocarsi la chance pur sapendo che dovrà compiere un mezzo miracolo per conquistare la conferma per la prossima stagione.

I vertici della società nerazzurra si sono confrontati a lungo sulla mossa da compiere. Ma dopo la sconfitta contro la Sampdoria l’esonero di Frank De Boer sembrava inevitabile, anche perché la squadra non ha presentato grandi miglioramenti nei mesi in cui l’olandese era arrivato in panchina al posto di Roberto Mancini.  Il confronto si è soffermato principalmente sulla tempistica della rottura: attende la sosta dopo la prossima giornata o provvedere subito alla sostituzione. Alla fine ha prevalso la seconda linea, che prevede anche una soluzione temporanea per la gara di Europa League contro il Southampton in programma giovedì. Stefano Vecchi, 45enne allenatore della Primavera, sarà in panchina a guidare l’Inter, in attesa di cedere il posto a Pioli.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA