Facebook pagherà al Fisco italiano oltre 100 milioni di euro. Firmato l’accordo con l’Agenzia delle Entrate per sanare le irregolarità accertate tra il 2010 e il 2016

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

E’ pace fatta tra Facebook, il popolare social network fondato da Mark Zuckerberg, e il Fisco italiano. Facebook Italy ha, infatti, firmato l’accertamento con adesione che pone fine al contenzioso che era in corso con l’Agenzia delle Entrate. La indagini fiscali, condotte dalla Guardia di Finanza e coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, riguardavano le annualità 2010-2016.

“Il percorso di definizione tra Agenzia delle Entrate e Facebook – fa sapere la stessa Agenzia – si è basato su una parziale riconfigurazione delle contestazioni iniziali, senza alcuna riduzione degli importi contestati, e darà luogo ad un pagamento di oltre 100 milioni di euro complessivamente riferibili a Facebook Italy Srl”.

“Abbiamo raggiunto un accordo con l’Agenzia delle Entrate – ha commentato un portavoce di Facebook – per definire l’accertamento in corso. Agiamo in conformità alle leggi locali in Italia e in tutti i paesi in cui operiamo e continueremo a collaborare con tutte le autorità italiane. Siamo orgogliosi del nostro impegno verso l’Italia a sostegno della crescita delle imprese locali e dell’ecosistema digitale nel suo complesso”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA