Gregoretti, Gasparri chiede di respingere la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini. La maggioranza propone di rinviare il voto a dopo le regionali

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il presidente della Giunta delle immunità del Senato, Maurizio Gasparri, ha chiesto di respingere la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini per la vicenda del pattugliatore della Guardia Costiera “Gregoretti”, che vede indagato, per sequestro di persona, l’ex ministro dell’Interno. La proposta è stata avanzata dal presidente nella sua relazione.

“Si tratta – conclude la relazione di Gasparri – in tutta evidenza di fattispecie del tutto similari ed eventuali enfatizzazioni di aspetti secondari non mutano la realtà delle cose. Pertanto, per le ragioni esposte e in linea di continuità rispetto alle decisioni già assunte da questo organo in questa legislatura, si ritiene doveroso prospettare l’opportunità che la Giunta coerentemente proponga all’assemblea il diniego della richiesta di autorizzazione a procedere di cui al documento in titolo”.

Il senatore del M5S, Mattia Crucioli, ha chiesto di rinviare il voto della Giunta tenendo conto della sospensione delle attività delle commissioni di Palazzo Madama prevista dalla Conferenza dei capigruppo dal 20 al 26 gennaio per via delle elezioni regionali del prossimo 26 gennaio. La maggioranza ha chiesto, inoltre, un ulteriore approfondimento dell’istruttoria. La richiesta di rinvio è sostenuta da M5S, Pd e Italia Viva.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA