I giornalisti di Raisport in sciopero

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

La redazione di Raisport alza le barricate. Al termine dell’assemblea sono stati proclamati tre giorni di sciopero, il primo dei quali verrà messo in atto sabato 3 maggio, giorno della finale di Coppa Italia, esclusiva Rai, in programma allo stadio Olimpico di Roma tra Napoli e Fiorentina. Partita che quindi rischia di non essere trasmessa, o quanto meno non essere commentata da nessun telecronista. I giornalisti di Raisport denunciano la mancanza di un progetto strategico del servizio pubblico riguardante lo sport. I due canali della testata – a giudizio del cdr – non hanno alcuna identità e vedono fiorire, giorno dopo giorno, spazi che poco hanno a che fare col giornalismo (cucina, medicina, libri, oroscopo). Inoltre nel mirino della protesta ci sono la riduzione delle risorse e la mancanza di un indirizzo editoriale.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA