Immigrati, pure Morandi si becca gli insulti. La solidarietà del cantante viene presa di mira sulla sua visitatissima pagina Facebook

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Niente solidarietà con i migranti. Anche se a chiederla è il Gianni nazionale; quel Morandi che nei giorni scorsi aveva pubblicato un post sulla sua visitatissima pagina Facebook, ricordando che anche gli italiani negli scorsi secoli hanno dovuto vivere condizioni simili a quelle dei disperati che oggi solcano il Mediterraneo. Un post che ha ricevuto oltre 14mila commenti, molti dei quali estremamente violenti. “Sono sorpreso”, ha detto il popolare cantante, ipotizzando che a scrivere questi insulti siano state anche persone con famiglia e figli, che magari la domenica vanno anche a messa. “Certamente – ha aggiunto Morandi – non ascoltano però le parole di Papa Francesco”. A inquietare non sono stati tanto gli insulti, che sono ormai un’abitudine sulla rete, ma frasi come “andrei io a bombardare i barconi” o “sono tutti delinquenti e stupratori” oppure “vengono qui solo per farsi mantenere”. Frasi ha detto il popolare artista che lasciano senza parole più di quegli inviti a “non fare moralismo col portafoglio pieno”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA