Maneskin, concerto a Roma sabato 9 luglio. I medici chiedono di annullarlo: “Pericoloso, c’è il picco dei contagi”

Maneskin, concerto a Roma: nonostante la polemica a causa dell'aumento dei contagi, l'evento ci sarà regolarmente.

Maneskin, concerto a Roma: i medici chiedono il rinvio dell’evento a causa dei tanti contagi soprattutto nel Lazio. Sono attese circa 70mila persone e il rischio di contagiarsi viene considerato molto alto. Tuttavia, l’evento non è a rischio.

Maneskin, concerto a Roma sabato 9 luglio. I medici chiedono di annullarlo: “Pericoloso, c’è il picco dei contagi”

Maneskin, concerto a Roma: interviene l’Assessore Alessandro Onorato

“Non è all’esame alcuna ipotesi di rinvio del concerto dei Maneskin al Circo Massimo”. Così l’assessore ai Grandi Eventi, Turismo, Sport e Moda di Roma Capitale Alessandro Onorato a proposito delle richieste di un possibile rinvio dell’atteso concerto dei Maneskin. “Si adotteranno tutte le precauzioni e gli accorgimenti che le autorità sanitarie indicheranno e, in collaborazione con gli organizzatori, metteremo in campo le azioni necessarie per farle rispettare”, ha aggiunto.

Sull’argomento si è espresso anche Pierpaolo Sileri, sottosegretario alla Salute,  intervenuto ai microfoni della trasmissione “Fino a qui tutto bene”: “Sicuramente un concerto con migliaia di persone determina uno spargimento di virus maggiore, però non ci troviamo nella condizione dello scorso anno, non ci troviamo nella condizione del luglio del 2021 dove la popolazione era molto meno vaccinata, non ci troviamo di fronte ad una variante aggressiva come la Delta. Tutte queste condizioni rendono il Paese sicuro. Tra due settimane ci sarà il picco e la discesa. Vietare completamente un evento non è nell’ordine delle cose oggi. Consigliare fortemente la mascherina ffp2 lo stiamo facendo urbi et orbi da mesi. Al momento nessun obbligo. Dobbiamo pensare ai nostri fragili, che sono quelli che rischiano di più in caso di contagio”.

Maneskin, concerto a Roma sabato 9 luglio

I Maneskin sono pronti a cantare  il prossimo sabato 9 luglio al Circo Massimo di Roma. Tutto sold-out con circa 70mila spettatori attesi per lo show del gruppo musicale che negli ultimi tempi sta ottenendo un successo incredibile.

Tuttavia, nelle scorse ore si è parlato di un possibile rinvio a causa degli aumenti dei contagi in Italia ma soprattutto nella regione Lazio. . Si continua nel frattempo a restare in attesa di una risposta dei Maneskin sul possibile rinvio dello spettacolo. In caso del rinvio del concerto al Circo Massimo, sarebbe il secondo rimando ufficiale dopo che le date del Loud Kids Tour Gets Louder 2022/2023 erano già saltate lo scorso gennaio sempre a causa della pandemia.

I medici chiedono di annullarlo: “Pericoloso, c’è il picco dei contagi”

Nel Lazio ci sono ufficialmente 176 mila positivi e si parla anche di una nuova variante pronta a circolare anche in Italia. Diversi i medici pensano che il concerto dei Maneskin sia potenzialmente pericoloso per la salute pubblica in questa fase. “Questo concerto, con Omicron 5 che avanza, sarà un amplificatore di contagi, favorirà la diffusione del virus”, ha detto all’agenzia stampa Adnkronos Claudio Mastroianni, presidente della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit) e ordinario di Malattie infettive all’Università Sapienza di Roma.

I grandi eventi hanno avuto un ruolo boom di contagi di queste ultime due settimane nel Lazio“, ha rivelato a Repubblica Marco Trifogli, sottosegretario regionale della Snami, sindacato autonomo dei medici. “Non voglio puntare il dito contro queste occasioni di socialità, ma non c’è coerenza. Avviene nelle grandi città quanto in provincia, dove avviene anche un altro paradosso: a finanziare sagre e feste è la Regione stessa“, ha proseguito il medico.

“Non possiamo certo impedire ai  ragazzi di andare al concerto, dopo 2 anni di pandemia che li ha costretti a lockdown e sacrifici, ma il nostro consiglio è di indossare la mascherina Ffp2 che può evitare il contagio in una situazione di assembramento ad alto rischio”. Lo ha detto Antonio Magi, presidente dell’Ordine dei medici di Roma e provincia. “Spero che i ragazzi seguano questa raccomandazione e pensino anche ai rischi che possono far correre ai genitori e ai nonni una volta che tornano a casa dopo il concerto”, aggiunge Magi, che poi lancia un invito alle autorità competenti: “Occorre valutare rispetto ai dati epidemiologici, che ricordo ormai è chiaro che sono sottostimati per il proliferare di autodiagnosi a casa, di raccomandare la mascherina al chiuso. Ha grande efficacia contro la diffusione del Covid”.

Leggi anche: Jova Beach Party 2022: date, tappe, biglietti, ospiti dell’evento di Jovanotti

Pubblicato il - Aggiornato il alle 17:07
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram