Meglio Made in Sud che Ballarò

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

La serata televisiva del martedì sta diventando un incubo per Massimo Giannini e Giovanni Floris. I rispettivi talk continuano a prendere schiaffi da tutte le parti. Ancora una settimana al di sotto delle aspettative. Sommati gli ascolti di Ballarò (6%) e diMartedì (4%) si raggiunge appena il 10%. È vero che mettere su un talk non costa come un talent, una fiction o uno show, tuttavia i soldi che sono stati messi nero su bianco nei contratti dalla Rai di Gubitosi e da La7 di Cairo sui due conduttori potrebbero risultare un cattivo investimento, se non si invertirà la tendenza. La missione è tutt’altro che facile. Anzi. Più passano le settimane e più si rischia di perdere pubblico. Il martedì è un giorno che vede Raiuno fare bottino pieno con la fiction. Addirittura Un’altra vita con Vanessa Incontrada è un successo super: ha raggiunto una media di 7 milioni di telespettatori (quasi il 27% di share). Poi ci sono le partite della Champions che stanno portando la prima serata di Sky al 10%. Da non sottovalutare la performance di Made in Sud che ormai piace sempre di più ai telespettatori. Oltre due milioni in media la seguono e lo share si avvicina al 10%. Martedì scorso come share ha battuto anche il film di Canale 5, Un’estate al mare di Carlo Vanzina. Meglio di Floris ha fatto anche il film Lo specialista con Sylvester Stallone su Retequattro. Comunque è singolare che il telespettatore preferisce di gran lunga Made in Sud al noioso e scontato Ballarò. I talk in prima serata non tirano più. I direttori di rete prima o poi dovranno capirlo, altrimenti sarà una disfatta colossale.

MONTESANO E BAUDO
Uno la tv non la guarda più, perché così com’è diventata non gli piace, l’altro ammette che invece in tv ci tornerebbe volentieri ma purtroppo lo cercano molto meno «perché preferiscono i format all’idee originali». A Enrico Montesano e Pippo Baudo non resta che il Sistina. Le due vecchie glorie dello spettacolo, a cui oggi non fanno toccare palla, saranno protagonisti al prestigioso teatro romano con un amarcord dei grandi musical che verranno ricordati con un juke box. A cominciare daAggiungi un posto a tavola e al Rugantino.

ONDER APPRODA A MEDIASET
Dopo il mancato rinnovo della conduzione a Medicina 33, la rubrica quotidiana di salute del Tg2, Luciano Onder torna in tv, sulle reti Mediaset. Il giornalista che ha lavorato una vita alla Rai, ha firmato infatti un contratto che prevede la collaborazione con Tg5 e Tgcom24 e la realizzazione di un programma di salute su Retequattro. Onder ha già esordito ieri sul Tg diretto da Clemente Mimun con un pezzo sull’epatite C. A qualcuno in Rai sarà venuto un travaso di bile.

L’ANTIMAFIA VOLA SU FACEBOOK
Squadra Antimafia 6 ha raggiunto un milione di fan su Facebook diventando la fiction italiana più social di sempre.