Obama visita Hiroshima senza scuse. La prima volta di un presidente Usa sui luoghi della bomba atomica

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non sono previste scuse da parte di Barack Obama per quanto accaduto ormai più di 70 anni fa a Hiroshima. Il presidente degli Stati Uniti d’America è atterrato nella base di Iwakuni, a 40 chilometri da Hiroshima, per la prima visita di un presidente americano nei luoghi in cui gli Usa sganciarono la bomba atomica per chiudere la seconda guerra mondiale. Come già spiegato dalla Casa Bianca il viaggio è un’occasione per promuovere l’impegno solenne a smantellare gli arsenali nucleari presenti nel mondo e onorare le vittime della Seconda guerra mondiale. Ad accompagnare Obama in una delle sue ultime uscite da presidente americano c’è il premier giapponese Shinzo Abe. Prima la visita al Parco della pace dove i due leader depositeranno le corone dei fiori davanti al Cenotafio; poi un incontro con quattro dei sopravvisuti alla bomba atomica.