Per Milly s’è fatta notte, Costanzo infuriato

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Gianluca Schiavone

Nel condominio di Raiuno c’è aria di polemica. Il sempreverde Maurizio Costanzo, seduto al tavolino del suo “bar di periferia”, ha tuonato: “Non è colpa nostra se siamo vittime della maleducazione altrui”, riferendosi alla dirimpettaia Carlucci. Cos’è successo? Ormai già da un paio d’anni, il sabato sera del primo canale ospita la staffetta “Ballando con le stelle” in prima serata e “S’è fatta notte” a seguire. In più di un’occasione, pare che la Milly nazionale abbia trascinato ben oltre l’orario previsto in palinsesto la gara dei suoi ballerini per una notte mettendo, quindi, il De Filippi consorte in condizione di andare in onda non prima delle 00:40. Eh si, perché la correttezza professionale è un termine forte, ma anche nel patinato mondo della tv viene scomodato spesso per lanciarsi invettive o anatemi fra colleghi. “S’è fatta notte” è un piccolo contenitore molto ben costruito, senza grosse pretese, fatto di una lunga intervista ad un personaggio dello spettacolo ogni volta diverso, che si fa seguire sempre molto volentieri. E’ quella semplicità che vince e convince. Difendiamola, anche a discapito di una rumba dell’ Enzo Miccio di turno.