Sanremo ha fatto bene i Conti. Bilancio in attivo: 15 milioni spesi, 20 quelli incassati. Volo favorito, ma per le radio i tre tenori sono ultimi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tutte rose e fiori per il Festival di Sanremo. Il dg Gubitosi e il cassiere di Viale Mazzini dovrebbero fare un monumento a Carlo Conti e Giancarlo Leone. La strana coppia non va apprezzata soltanto per aver portato a casa ascolti super, ma anche per aver realizzato cinque serate di spettacolo più che decorose, primeggiando la gara e i cantanti e invitando degli ospiti graditi al grande pubblico. Anche la serata cover è andata benissimo, con più di 10,5 milioni di spettatori di media e quasi il 50% di share. Un Festival molto seguito anche sui social network (400 mila tweet di media con 70 mila utenti unici).

CONTI E CONTI

Il Festival di Carlo Conti chiude i conti in attivo. E scusate se è poco, in tempi di crisi e sprecopoli. «Ovviamente i dati definitivi di costi e introiti pubblicitari li avremo alla fine del festival – sintetizza Giancarlo Leone – tuttavia sono attendibili le indiscrezioni che accreditano i costi del festival tra i 15,5 e i 16 milioni e i ricavi pubblicitari intorno ai 20 milioni di euro. Ritengo che alla fine i costi potranno essere più vicini ai 15,5 milioni e gli introiti pubblicitari superare i 20 milioni, con un saldo attivo attorno ai 5 milioni. Devo dire – sottolinea il direttore di Raiuno –  che negli ultimi tre anni è stato fatto un grande lavoro per arrivare a questi risultati. Tre anni fa ci fu un sostanziale pareggio, l’anno scorso un saldo positivo di circa 2 milioni e quest’anno almeno di 4. La risposta pubblicitaria al Festival fa ben sperare non solo per questo Sanremo ma più in generale per una ripresa del mercato pubblicitario nel comparto editoriale».

 

CHI VINCERÀ?

Tutti felici e contenti, dunque, per questo Sanremo. L’unico dubbio che resta fino a stanotte è il nome del vincitore. Chi vincerà? Favoriti i tre tenori de Il Volo, tallonati dai Dear Jack e Lorenzo Fragola. Ma occhio alle donne, da Malika Ayane a Chiara, da Annalisa a Nina Zilli. Tra la vecchia guardia il beniamino è Nek. Da martedì in poi le canzoni sanremesi hanno cominciato a martellare gli ascoltatori della radio. Il brano più “passato” è proprio quello di Nek. Fatti avanti amore è trasmesso da 84 emittenti. Al secondo posto Malika Ayane con Adesso e qui con 73 emittenti. Seguono Chiara, Gianluca Grignani, Annalisa, Alex Britti. Settimo Nesli, ottava Nina Zilli, nono Raf e decima Irene Grandi. Soltanto undicesimo il brano dei Dear Jack (50 emittenti). Peggio fanno Lorenzo Fragola (14°), Masini (15°) e i favoriti per la vittoria finale, Il Volo, che però per le radio sono sedicesimi, in pratica all’ultimo posto dei finalisti.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra i 5S e il ponte

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA