Sky fa il pacchetto agli abbonati

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Chissà se la decisione di Sky di riempire i giornali di pubblicità sia anche dovuta al fatto che in questo periodo convenga più che mai avere una buona stampa. Soprattutto se ci sono i Mondiali di calcio. Se gli abbonamenti non sono lievitati nemmeno per l’evento. E se le proteste degli abbonati s’intensificano a vista d’occhio. Soprattutto sui social network. Su Twitter è stata creata l’hashtag #Skytruffamondiale che raccoglie tutti coloro che hanno avuto problemi con le offerte dei pacchetti per vedere i mondiali. Addirittura c’è chi si sta organizzando per una class action. Molti abbonati raccontano nei tweet come dapprima Sky aveva promosso l’acquisto del pacchetto Calcio per assistere in diretta alle partite del Mondiale. In seguito per accendere il Brasile nella tv di casa agli abbonati è stato detto che occorreva l’accoppiata Sport+Calcio. Poi si è venduta un’offerta speciale a 59 euro che qualche giorno dopo è scesa a prezzi più abbordabili. Morale della favola: lo stato confusionale ha scatenato soprattutto gli abbonati che hanno sottoscritto un pacchetto che da solo, hanno scoperto poi, non è sufficiente per vedere le partite. Non è da escludere, tuttavia, che un po’ di responsabilità l’abbiano anche i call center, superattivi come non mai a chiamare e offrire pacchetti per fare cassa.

Rai tra Floris e palinsesti
Nel cda di ieri sono stati approvati a maggioranza i palinsesti delle tre reti. Hanno votato contro i consiglieri Colombo, Tobagi e De Laurentiis mentre Verro si è astenuto. Inoltre è passata la proposta del nuovo cda per Rai Com presentata da Gubitosi: Costanza Esclapon presidente e Luigi De Siervo a.d. e i consiglieri Eleonora Andreatta, Giuseppe Pasciucco e Camillo Rossotto. Come per tutte le controllate di Viale Mazzini il dg ha scelto dirigenti interni, per i quali non è previsto nessun indennizzo aggiuntivo. Per quanto riguarda il caso Floris non c’è da registrare nessuna schiarita. Il conduttore di Ballarò vuole più soldi, la Rai gliene offre di meno. Chissà se il punto d’incontro possa essere il seguente: stesso ingaggio ma con più apparizioni tv, quindi un lavoro maggiore.

Muccitelli a Unomattina in famiglia
Nella prossima stagione Ingrid Muccitelli non condurrà più Linea verde bensì Unomattina in famiglia nel weekend su Raiuno. Prenderà il posto di Francesca Fialdini. Ora si cerca una conduttrice per Linea verde della prossima stagione. Mentre Paola Perego è in pole per presentare la serata dei palinsesti Rai il 25 giugno.

Un’ex iena a Tv2000
Alessandro Sortino, giornalista che ha lavorato con Le Iene e Piazzapulita, è pronto ad accettare l’incarico di vice direttore di Tv2000, l’emittente diretta da Paolo Ruffini.