Talenti decadenti. Cassano rischia di finire in serie B con la Virtus Entella, l’unica salvezza per restare in A è il Palermo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Al Mondiale del 2014 era una delle stelle dell’Italia, ora rischia di finire in Serie B. Certo, c’è chi se la passa peggio, ma per Antonio Cassano è il segno di un evidente declino della sua carriera, costellata da tanti bassi e pochi alti. La classe cristallina non è infatti bastata a superare quei limiti caratteriali, che lo hanno reso inviso a molti dei suoi allenatori. Così il fantasista, nella sessione di calciomercato appena iniziata, non ha tante offerte, a parte quella della Virtus Entella, club di Chiavari, che si sta affermando come una realtà nel campionato cadetto. 

Il motivo del corteggiamento è presto detto: Cassano, attualmente messo fuori dalla Sampdoria perché non rientra nei piani della società, non vuole allontanarsi da Genova per imporre lunghi spostamenti alla famiglia. Quindi l’unica soluzione praticabile sarebbe quello di accettare la proposta dell’Entella, che con il talento di Fantantonio potrebbe anche ambire a piazzarsi tra le prime in classifica della B. In realtà l’ex calciatore di Roma, Real Madrid e Milan può valutare se afferrare l’unica scialuppa di salvataggio per giocare ancora in serie A: il Palermo di Zamparini, che per lui è disposto a fare follie come ai vecchi tempi. Ma in questo caso Cassano dovrebbe andare in Sicilia, che non è proprio attaccata a Genova.