Toto direttori. Calabresi si tira fuori dalla corsa per via Solferino. Resterà a La Stampa. Il direttore del quotidiano torinese fuori dalla rosa dei papabili per la guida del Corriere

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Si stringono i tempi per il dopo De Bortoli in via Solferino. E uno che sembrava tra i più quotati si tira fuori dalla corsa. Stiamo parlando di Mario Calabresi, direttore de La Stampa, che ha confermato che non è intenzionato ad assumere l’incarico di direttore del Corriere della Sera e che resterà al quotidiano di Torino. “Non sarò io il direttore del Corriere della Sera”, ha affermato lo stesso Calabresi contattato da Prima Comunicazione per avere una conferma di una notizia che girava da venerdì sulla sua decisione di rimanere a La Stampa. “Sì, è vero”, ha detto Calabresi, “ho detto a John Elkann, che mi ha chiesto di rimanere alla Stampa, che sarei stato felice di continuare a lavorare in questa editrice dove siamo riusciti a far ritornare il bilancio in pareggio, dove siamo molto impegnati nell`operazione Stampa-Secolo dove abbiamo un piano di sviluppo digitale che mi affascina moltissimo. E dove mi hanno sempre garantito una grande libertà editoriale”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA