Unità a pezzi. Il condirettore Staino non sa che Rondolino scrive sul suo giornale

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Grande è la confusione sotto il cielo de L’Unità. E in questo clima ci scappa anche una figuraccia social. Il condirettore del quotidiano, Sergio Staino, addirittura non sapeva nemmeno che Fabrizio Rondolino fosse una firma del suo giornale. In un tweet ha infatti scritto: “A chi si lamenta delle volgarità di : sono d’accordo con voi. Non a caso io dirigo solo l’Unità cartacea e non il sito”. Dopo pochi minuti è arrivata la risposta del diretto interessato. “Caro direttore, ti informo che scrivo regolarmente sull’Unità cartacea”. Insomma, non proprio un esempio di perfetta organizzazione interna.

Ecco lo screenshot che immortala il memorabile scambio di battute su Twitter

Staino-Rondolino

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Garantisti con tutti tranne che con Grillo

Se pensate che la bava alla bocca dei peggio giustizialisti sia vergognosa date prima un’occhiata al veleno dei meglio garantisti, di destra e di sinistra, difensori a oltranza della nipote di Mubarak e sostenitori di partiti dove più delinquenti arrestano più ne arrivano, e non

Continua »
TV E MEDIA