Vaccino ad Andrea Scanzi: il servizio di Non è l’Arena

vaccino scanzi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Ieri a Non è l’Arena Massimo Giletti ha offerto una ricostruzione del vaccino ad Andrea Scanzi. Ovvero della vaccinazione a Scanzi nella categoria caregiver. Da oggi la lista di riserva del vaccino è disponibile in Toscana sul sito della Regione.

Vaccino ad Andrea Scanzi: il servizio di Non è l’Arena

La procura di Arezzo ha aperto un fascicolo conoscitivo, senza alcun reato ipotizzato, sulla vaccinazione del giornalista Andrea Scanzi che ieri ha raccontato sui social di aver ricevuto il vaccino AstraZeneca come ‘riservista’ e in qualità di caregiver familiare dei suoi genitori. Da quanto emerso i carabinieri hanno consegnato alla procura un’informativa dei carabinieri della pg. Gli accertamenti sono finalizzati a verificare che nelle procedure seguite non si configuri qualche reato. Ma intanto sia la Asl che Avis Toscana “assolvono” il giornalista del Fatto Quotidiano.

Il giornalista del Fatto Quotidiano ha usufruito della lista dei vaccini avanzati che è stata messa a disposizione dopo l’ordinanza del commissario all’emergenza Francesco Paolo Figliuolo. L’ordinanza n. 2/2021 firmata dal commissario per l’emergenza prevede che le regioni creino delle liste di riserva del vaccino o liste di riservisti del vaccino per le categorie interessate dalla fase uno della vaccinazione. Scanzi ha raccontato di essersi vaccinato su Facebook: “Nel pieno rispetto delle regole, mi sono messo garbatamente nella lista dei disponibili al vaccino a fine giornata. Per non buttare via nessuna dose altrimenti gettata via. Categoria “caregiver” familiare, essendo figlio unico e avendo entrambi i genitori “fragili””.