Vespa e la Bernini duettano come Alberto Lupo e Mina

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

Bruno Vespa ha sempre sognato di condurre il Festival di Sanremo. Per avere il prestigioso incarico sarebbe pronto a barattare almeno una ventina di puntate di Porta a Porta e l’intera collezione dei plastici, gelosamente custodita in soffitta. Ma che volesse partecipare alla kermesse canora come concorrente nessuno se lo sarebbe mai aspettato. A convincere la platea ci ha pensato nell’ambito di una festa privata di una giornalista della sua redazione, nel corso della quale si è esibito in un duetto improvvisato con l’ex ministro Anna Maria Bernini. Hanno cantato il brano Parole Parole, portato al successo da Alberto Lupo e Mina, strappando applausi da tutti gli invitati. Un parterre niente male, degno dei giudici di X-factor (c’erano Beatrice Lorenzin, altra bravissima cantante, Mara Carfagna, Augusto Minzolini, Barbara Saltamartini, Cosimo Ferri, Gianpiero D’Alia). Ora Fabio Fazio è avvisato: nel suo casting sanremese troverà un Vespa che gli dirà: “Caramelle non ne voglio più… Le rose e i violini questa sera raccontale a un’altra”.  Tuttavia, se l’anchorman-cantante non dovesse farcela per Sanremo, c’è sempre la chance di Simona Ventura con X-Factor oppure il The Voice di Raffaella Carrà. Vedrete che alla fine, magari bussando Porta a Porta, Vespa riuscirà a cantare.  E vedremo pure il plastico dell’Ariston.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA