X Factor e Grande Fratello, sfida dai due volti. Lo show merita più pubblico, la Casa ormai annoia. Stasera i vincitori

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Marco Castoro

X Factor e Grande Fratello, fuori i secondi. Stasera gran finale dei programmi vetrina di Sky e di Canale 5. Due stagioni che per entrambi verranno archiviate come positive. Tuttavia non bisogna dimenticare qualche riflessione sui gusti del telespettatore.

CANALE 5
Il Gf ha sì la curva dello share in crescita ma questa edizione non ha appassionato affatto. Anzi. Probabilmente è una delle edizioni più brutte. Perché il format dopo 15 anni ormai si è logorato. E gli stessi concorrenti sanno già come muoversi e che cosa li aspetta, sia dentro la Casa sia fuori. Non sono più le pecorelle smarrite delle prime edizioni facilmente manovrabili dagli autori. La loro fortuna la fa il pubblico che li guarda. È proprio il caso di dirlo, visto che gli italiani sono dei guardoni, a cui piace farsi gli affari degli altri. Sbirciare dal buco della serratura. E finché c’è questa voglia matta il Gf può dormire sonni tranquilli. In realtà sarebbe auspicabile staccare la spina agli sconosciuti, almeno per qualche tempo, e “affittare” la Casa ai vip.

SKYUNO
Discorso inverso per X Factor. Il talent musicale di Sky mette in campo uno show di grandissimo livello. Ogni anno si migliora. L’edizione targata 2015 è stata super. Sia per l’evento, degno del miglior palcoscenico internazionale, sia per il cast che si è dato battaglia. Lorenzo Fragola, il vincitore della scorsa edizione, quest’anno non sarebbe neanche entrato in finale. Tuttavia non è tutto oro ciò che luccica. Nonostante sia dipinta come l’edizione dei record, gli ascolti di quest’anno della singola puntata sono stati inferiori a quelli del 2014. Nella scorsa edizione gli abbonati Sky che hanno visto il programma sono stati in media sempre più di un milione per puntata. Quest’anno invece dai dati Auditel risulta che solo in due occasioni si è superata la soglia. Anche lo share è stato più basso. Prima della finale di stasera (previsti 2 milioni di ascoltatori) c’è un 4,3% come tetto. Nel 2014 si arrivò pure al 5%. Un milione che può ritenersi una percentuale tra il 20 e 21% degli abbonati alla tv di Murdoch (poi ci sono le differite e il MySky che fanno lievitare i dati). Questi ascolti dimostrano che il pubblico di Sky non è di nicchia come si pensa ma è nazional-popolare. Un’edizione come quella di quest’anno avrebbe meritato dati nettamente superiori a quelli del 2014. Eppure lo show – internazionale e di alto livello – non è stato gradito come meritava. Gli abbonati preferiscono Amici a X Factor. Lo dimostra pure il fatto che la finale del programma della De Filippi è stato visto da oltre il 30% degli abbonati Sky (allora i canali Mediaset stavano ancora nel bouquet Sky). Un’altra prova del palato non di nicchia è il 14% di abbonati che ha guardato la semifinale del Gf sul digitale terrestre, nonostante fossero in possesso della smart card della tv satellitare e in contemporanea su SkyUno ci fosse la semifinale di X Factor.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica finita nel cesso

Passando al cesso più tempo della media – tra una foto ricordo e l’altra – a Sgarbi dev’essergli caduto dentro il cervello. Non può spiegarsi diversamente lo stupore che l’ha colto quando ieri migliaia di persone l’hanno sommerso di insulti per le volgarità gratuite che

Continua »
TV E MEDIA