Zelensky avverte i russi: lasciate Putin o sarete uccisi uno a uno

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che questa guerra "è un errore storico per la Russia".

“Fino a quando non risolverete tutti i problemi con colui che ha iniziato tutto questo, che ha iniziato questa guerra insensata della Russia contro l’Ucraina, sarete eliminati uno a uno, facendo da capri espiatori per non ammettere che questa guerra è un errore storico per la Russia”. È quanto ha detto, nel suo consueto video messaggio serale, il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, rivolgendosi ai russi.

ZELENSKY A BUCHA DOPO L'ATTACCO RUSSO

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto che questa guerra “è un errore storico per la Russia”

La bandiera ucraina, ha detto ancora Zelensky, sta già sventolando in molti luoghi del Donbass, dove la Russia ha tenuto referendum “farsa” sull’annessione. “La Russia ha organizzato una farsa nel Donbass. Una farsa assoluta che ha voluto presentare come referendum. E ora la bandiera ucraina sventola lì”, ha detto il presidente ucraino. “In settimana le bandiere ucraine sono aumentate nel Donbass” e “la prossima settimana ce ne saranno ancora di più”, ha assicurato Zelensky dopo il ritiro delle truppe russe da Lyman.

Le truppe russe si ritirano da Krasny Lyman

“A causa della minaccia di essere circondate, le truppe alleate si sono ritirate da Krasny Lyman verso posizioni più vantaggiose” ha dichiarato il ministero della Difesa russo, citato da Interfax, parlando di uno dei territori appena annessi alla Russia. “L’esercito ucraino sta subendo perdite considerevoli a Krasny Lyman ma continua ad avanzare”, ha aggiunto Mosca.

“A mio parere dovrebbero essere prese misure più drastiche, fino alla dichiarazione della legge marziale nelle zone di confine e l’uso di armi nucleari a basso potenziale”, ha detto il leader ceceno Ramzan Kadyrov invitando Mosca a valutare un cambio di strategia.

L’Unicef: “3 bambini e una donna incinta sono stati uccisi nella regione di Kharkiv”

“Sono terribili le notizie che ci arrivano dai nostri uffici in Ucraina dove oggi 13 bambini e una donna incinta sono stati uccisi nella regione di Kharkiv. I nostri cuori e i nostri pensieri sono per le famiglie drammaticamente colpite” ha detto il Portavoce di Unicef Italia, Andrea Iacomini. “Questa guerra continua a mietere vittime innocenti – ha aggiunto Iacomini -, speranze e sogni di tanti bambine e bambini. Come nei primi mesi di guerra l’Italia e il mondo intero devono tornare in piazza e gridare basta a questo scempio”.

Leggi anche: Zelensky vuole l’annessione dell’Ucraina alla Nato ed invita Giorgia Meloni a visitare il Paese

Pubblicato il - Aggiornato il alle 11:10
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram