Bimba di 18 mesi lasciata sola in casa per sei giorni a Milano e morta di stenti: arrestata la madre

Bimba di 18 mesi lasciata sola in casa per sei giorni a Milano: la piccola è morta di stenti. Arrestata la madre della vittima.

Bimba di 18 mesi lasciata sola in casa per sei giorni a Milano: la piccola è morta di stenti. In seguito alla tragica vicenda, è stata arrestata la madre della vittima.

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 85

Bimba di 18 mesi lasciata sola in casa per sei giorni a Milano e morta di stenti

Diana è morta di stenti. La piccola di soli 18 mesi è stata lasciata da sola a casa dalla madre, Alessia Pifferi, per quasi una settimana. La drammatica vicenda si è consumata a Milano e ha portato all’arresto della mamma della bambina che è stata fermata con l’accusa di omicidio volontario aggravato.

La donna ha lasciato la bimba per raggiungere il nuovo compagno residente a Leffe, in provincia di Bergamo, e ha fatto ritorno nell’appartamento di via Parea dopo sei giorni. Diana, intanto, è stata lasciata a casa con un biberon e una boccetta di benzodiazepine in un lettino da campeggio.

La morte della piccola è stata scoperta dalla madre al suo ritorno a Milano. Pifferi ha contattato le il 118 nella mattinata di giovedì 21 luglio. Ai soccorritori, che l’hanno trovata abbracciata al corpo esanime della figlia probabilmente morta di stenti, ha rivelato: “Sapevo che poteva andare così”.

Sono stati, poi, i sanitari ad allertare le forze dell’ordine.

In un primo momento, ai poliziotti giunti sul posto, Alessia Pifferi ha raccontato di aver lasciato la neonata con una babysitter la cui presenza si è poi rivelata inesistente.

Arrestata la madre della vittima: attendono gli esiti dell’autopsia

In considerazione di un primo esame sul corpo della vittima, è stata esclusa la presenza di segni di violenza. Soltanto l’autopsia, tuttavia, rivelerà in modo definitivo quando la piccola è deceduta e quali siano state le cause della morte.

A quanto si apprende, intanto, pare che Alessia Pifferi sia tornata più volte a Milano durante i giorni trascorsi con il compagno per accompagnare l’uomo a sbrigare alcuni affari di lavoro. Mai una volta, però, si era recata in via Parea per andare a verificare le condizioni della figlia. Al compagno, inoltre, la donna aveva raccontato che la bambina si trovasse con una babysitter oppure con la madre.

Dopo l’arresto, Pifferi è stata portata al San Vittore: il fermo è stato convalidato nella giornata di venerdì 22 luglio. Intanto, le forze dell’ordine stanno indagando al fine di determinare le dinamiche della tragedia.

Sulla base delle prime informazioni trapelate, tuttavia, sembrerebbe che la mamma negligente avesse già lasciato la bimba di 18 mesi da sola in casa in almeno altre due circostanze. Non è escluso, inoltre, che alla vittima possano essere state somministrate delle benzodiazepine.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 10:07
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram