Liguria, è il crollo dei valori. Per le spese pazze condannati i due ex consiglieri dell’Idv Piredda e Quaini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Condanne per gli ex consiglieri dell’Italia dei valori in Liguria. Due anni e otto mesi di reclusione a Maruska Piredda, due anni e quattro mesi a Stefano Quaini. Erano finiti al processo per le cosiddette spese pazze della Regione nel lasso di tempo che va da maggio 2010 a dicembre 2012. Non luogo a procedere per quanto riguarda falso e truffa. Secondo l’accusa, i due avrebbero avrebbero usato fondi pubblici destinati ad attività politica per acquisti personali. Ci sono anche altri quattro ex esponenti dell’Idv ad essere stati rinviati a giudizio dal gup: sono Nicolò Scialfa, ex vicepresidente del consiglio regionale, Marilyn Fusco ex consigliere regionale, Giovanni Paladini, ex deputato e marito di Fusco e l’ex tesoriere del gruppo Giorgio De Lucchi. Il processo è stato fissato per l’8 luglio.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA