Trema Rotterdam: 300 ultrà romanisti cercano la vendetta. A Firenze la Polizia difende i monumenti dagli inglesi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Saranno trecento. E saranno pure giovani e forti ma farebbero bene a ricordarsi che la polizia all’estero non è tollerante come quella italiana. Fuori dalle Alpi i manganelli li sanno usare e bene. Prima ti gonfiano di botte e poi si accertano se sei colpevole o innocente. Il caso dei tifosi della Lazio a Varsavia è un precedente che non va dimenticato. Domani a Rotterdam si gioca la gara di ritorno dell’Europa League tra Feyenoord e Roma. I tifosi giallorossi che faranno il viaggio in Olanda sono 2700, dei quali 300 sono senza biglietto. Chi ha il tagliando non dovrebbe avere problemi anche se verrà trattato dai poliziotti locali come un criminale da scortare e far ripartire senza che faccia o subisca danni. I senza biglietto sono quei cani sciolti che tengono in apprensione chi ha il compito di controllare che non avvengano incidenti. Ci sarà un solo treno da Amsterdam al Feyenoord Stadium di Rotterdam Sarà allestita anche una fan zone presso il Vecchio Porto di Rotterdam, vicino al quartiere Blaak, da cui in direzione Feyenoord Stadium partiranno alcuni bus alle 18.15.

NIENTE ALCOL
La vendita di qualsiasi sostanza alcolica è vietata, avverte la polizia di Rotterdam. E i tifosi che cercheranno di portare bevande alcoliche fuori dalla fan zone, sugli autobus o nel centro della città rischieranno una multa o l’arresto. Se solo l’avessero fatto i locali romani che non hanno rispettato l’ordinanza del prefetto forse i danni sarebbero stati meno ingenti.

LA VENDETTA
I timori sono tanti. I cani sciolti sono pericolosi perché chi parte senza biglietto sa che non sarà una passeggiata e molti di loro sono animati più dalla voglia di farla pagare ai tifosi del Feyenoord, quegli ubriaconi che hanno sfregiato la fontana del Bernini a piazza di Spagna e messo a ferro e fuoco la città eterna. Onde evitare disagi a Rotterdam le autorità locali hanno pensato chi chiudere le saracinesche e i locali. Pub chiusi attorno al porto vecchio, chiuso anche il Feyenoord Fanshop, il negozio dei prodotti del club, presso la stazione centrale. I cancelli dello stadio apriranno prima. Anche lo stadio sarà blindato: i settori riservati ai supporter romanisti saranno protetti da barriere di plexiglas e verranno impiegati circa il 20% in più di steward rispetto alla norma.

di Alessandro Righi

Firenze non vuole fare la fine di Roma. E allora prevenire è meglio che curare. Visto che a sbarcare in terra di Toscana sono gli hooligans inglesi. Quei tifosi del Tottenham già tristemente noti alle cronache italiane. Correva l’anno 2012 quando per le strade del centro di Roma ci fu una mega rissa tra tifosi inglesi e laziali. E come se non bastasse quella del Tottenham è conosciuta come una delle tifoserie più pericolose quando parte per trasferte all’estero. Perché a casa loro restano tranquilli. Altrimenti finiscono dritti al gabbio. Sarà forse questo il vero aspetto da modificare in Italia?

LA PREVENZIONE
In attesa di una normativa più dura si fa quel che si può. E allora il prefetto di Firenze, Luigi Varratta, ha firmato l’ordinanza anti alcol per il match di Europa League di domani sera tra Fiorentina e Tottenham. Al tavolo c’erano anche il sindaco Dario Nardella, i vertici provinciali delle forze dell’ordine, le associazioni di categoria degli esercenti commerciali e un delegato alla sicurezza della squadra della Fiorentina. “Abbiamo deciso di mettere in campo misure delle grandi occasioni per garantire un match in cui sia lo sport a vincere”, ha detto Varratta,”ma anche alla luce di quanto accaduto a Roma con i tifosi del Feyenoord”. Alcol proibito in tutto e per tutto come si può leggere nel provvedimento adottato: “Sussiste una potenziale situazione di rischio per l’ordine e la sicurezza pubblica connessa al consumo di bevande alcoliche ed alla prevedibile dispersione di un elevato numero di contenitori di vetro e, soprattutto, all’uso degli stessi come corpi contundenti o armi improprie per offendere ed arrecare danno a cose e persone”. Per queste ragioni il prefetto ha optato per un divieto che prevede anche l’anticipo alle ore 24 dei giorni di oggi e domani della chiusura di tutti gli esercizi autorizzati alla somministrazione e vendita di bevande da asporto, in tutto il Centro Storico di Firenze.

SCORTA TOTALE
Controllo totale sui tifosi inglesi sin dallo sbarco. Ci sarà una task-force a monitorarli. E per preservare l’arte fiorentina presidi delle forze dell’ordine saranno disposti nelle piazze a tutela dei monumenti. Il patrimonio artistico va difeso visto quanto accaduto alla Barcaccia a Roma. Per arrivare allo stadio, poi, verrà attivato un servizio di bus navetta con partenza e ritorno in piazza della Stazione. Dovrebbero essere intorno ai 2500 i supporter che arriveranno dall’Inghilterra.

PSICOSI
Allerta anche a Milano dove arrivano gli scozzesi. Situazione apparentemente più tranquilla. Ma ormai abbiamo anche questa nuova psicosi. Alcol vietato oggi, domani e venerdì all’aeroporto “Il Caravaggio” di Orio al Serio. Questa la decisione presa dal prefetto di Bergamo. Per Inter-Celtic arriveranno migliaia di scozzesi. Provvedimento preso anche la settimana scorsa per il transito dei tifosi italiani dell’Inter in partenza.
E pensare che il calcio dovrebbe essere solo uno spettacolo. In attesa di quello è scattato il coprifuoco.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA