L’Ora – Inchiostro contro piombo: cast, trama, storia vera e anticipazioni della serie tv

L'Ora - Inchiostro contro piombo è la nuova fiction della Mediaset che narra di fatti realmente accaduti nella Sicilia degli anni 60'.

L’Ora – Inchiostro contro piombo: la nuova fiction narra di fatti realmente accaduti in Sicilia. Al centro della storia lo sviluppo di un giornale comunista che inizierà una battaglia contro la Mafia siciliana.

L’Ora – Inchiostro contro piombo: cast, trama, storia vera e anticipazioni della serie tv

L’Ora – Inchiostro contro piombo: cast

Arriva su Canale 5 una nuova fiction targata Mediaset. L’Ora – Inchiostro contro piombo va in onda in prima serata da mercoledì 8 giugno 2022. Il protagonista è l’attore Claudio Santamaria che interpreta il direttore del quotidiano L’Ora.

In totale sono 5 puntate che possono essere seguite anche in streaming sulla piattaforma Mediaset Infinity. Nel cast ci sono anche Silvia D’Amico, già vista nella serie ‘A casa tutti bene’ di Gabriele Muccino; Tiziana Lodato (nel ruolo di Silvia, la segretaria de L’Ora); Maurizio Lombardi (nei panni di Marcello, il braccio destro di Nicastro); Daniela Marra (che nella fiction su Canale 5 interpreta Enza, l’unica giornalista donna in redazione); Francesco Colella (il caporedattore Giulio); Giovanni Alfieri (Domenico); Samuele Segreto e Giampiero De Concilio (rispettivamente Dino e Nic, due fratelli ‘difficili’ di Palermo che collaborano col giornale).

L’Ora – Inchiostro contro piombo: trama e storia vera

La serie è tratta liberamente dal libro “Nostra Signora della Necessità” di Giuseppe Sottile (Einaudi, 2006). La trama si basa sulla storia de “L’Ora”, giornale quotidiano palermitano fondato dalla famiglia Florio all’inizio del Novecento. Prendendo spunto da fatti accaduti tra la fine degli Anni 50 e i primi Anni 60, la serie si focalizza su un momento cruciale del giornale nella sua lotta alla mafia.

Quindi si parte da fatti realmente accaduti tra la fine degli anni Cinquanta e l’inizio degli anni Sessanta, anni di lotta alla mafia. “L’Ora è stata una palestra di menti vivaci e giornalisti coraggiosi che, capitanati dal loro direttore, scovavano la notizia, la catturavano e la raccontavano ai lettori, esponendosi in prima persona, nonostante le ostilità del potere costituito, da troppo tempo connivente con la malavita”.

Le anticipazioni della serie tv

La prima puntata racconta il trasferimento da Roma a Palermo di Antonio Nicastro insieme alla moglie per dirigere il quotidiano L’Ora, un giornale del Partito Comunista che è in crisi di vendita e i giornalisti temono il licenziamento. Quindi, il nuovo direttore decide di seguire una nuova linea con un nuovo piano editoriale, liberandosi dalle notizie di partito. I  giornalisti si concentreranno su un’inchiesta che racconta fatti accaduti tra Palermo e Corleone, i cui responsabili sono legati al dottor Michele Navarra, medico chirurgo e padrino molto influente. Alle spalle del vecchio boss scalpita però una nuova mafia ancora più avida e spietata, rappresentata da Luciano Liggio. Per la prima volta sui giornali si scrive la parola Mafia e i giornalisti inizieranno ad avere paura di ritorsioni nei confronti degli affetti più cari.

Leggi anche: Il giorno più bello 2022: uscita, cast e trailer del film con Luca e Paolo

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram